Il Ponte Tibetano Carasc

Potrebbero interessarti anche...

12 Risposte

  1. Volpina Blu ha detto:

    stupendo, io ho fatto il ponte della luna in basilicata! sensazione zen! molta concentrazione e soddisfazione per averlo attraversato tutto

  2. A me è venuto il batticuore solo a vedere le foto e a leggere delle oscillazioni, figuriamoci se dovessi attraversarlo di persona 😉
    Posti bellissimi comunque, e il tour della Svizzera è una vacanza che mi piacerebbe fare, anche perché abitando in Piemonte non è troppo lontana da casa mia.
    Buona giornata e complimenti per il blog 😍

    • Lost Route ha detto:

      Ciao Silvia, e grazie per essere passata prima di tutto. Abbiamo consigliato a tutti, amici e non, una vacanza in Svizzera seguendo il Grand Tour, un itinerario davvero ben organizzato che tocca i luoghi più interessanti del paese!
      Sei mai stata in terra elvetica? 🙂

      • Sì sono stata parecchie volte in Svizzera ma per vacanze più “cittadine”: Zurigo, Lucerna, Berna… Ma la parte di montagna spero di farla presto 😊

        • Lost Route ha detto:

          Ed è questa la cosa eccezionale del Grand Tour: andare da una città all’altra senza prendere autostrade, ma attraversando passi alpini, laghi e patrimoni dell’UNESCO, con la possibilità di godere di panorami unici sui giganti svizzeri.
          Anche noi siamo passati per quelle, e tante altre città! Berna è bellissima, e ci ha veramente colpito la semplicità e quiete che la caraterizzano, pur essendo una capitale.

  3. Simon Arrighi ha detto:

    Bellissimi posti, è da un po’ che voglio passare il ponte, appena sarà possibile lo farò.

  1. 14 ottobre 2017

    […] sentiero, sempre ben tracciato e con una segnaletica impeccabile, ci porta quindi al Ponte Tibetano Carasc, che con i suoi 270 metri, è uno dei ponti sospesi più lunghi della Svizzera. Arriviamo poi a […]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: